Prima Cena al Buio UNITALSI Ivrea

Come attività di formazione per i volontari  UNITALSI Ivrea, vogliamo iniziare con questa serata un ciclo di incontri/esperienze focalizzate sul capire cosa prova e come vive il disabile o il malato che accompagniamo e che spesso diventa poi un nostro amico prima ancora che la persona da accompagnare in giro.
Questa sera abbiamo voluto “sperimentare” un tipo di cena alternativa.
Cosa abbiamo fatto? Abbiamo partecipato ad una “Cena al Buio“.
Per chi non ha mai fatto questo tipo di esperienza, la cena al buio vi permette di cenare trascorrendo un paio d’ore senza alcun tipo di illuminazione. Non si vede nulla nella sala, non si vedono le persone sedute a fianco, non si vedono i piatti, i bicchieri, le bottiglie o il pane.. e nemmeno il cibo.
E’ un’esperienza che ci aiuta (noi che abbiamo il dono della vista) a capire un po’ come vive una persone non vedente. Ovviamente per un tipo di esperienza come questa, le parole non descrivono a sufficienza ciò che si è vissuto, la dovrete provare voi stessi.
A questo primo esperimento ha potuto partecipare solo un piccolo gruppetto di volontari unitalsi ma l’intenzione è di ripetere l’evento estendendo l’invito ad altri gruppi di volontari (circa 15 persone per volta).
Grazie di cuore alla disponibilità di Patrizia dell’Unione italiana ciechi e alle cuoche che ci hanno deliziato con una buonissima cenetta.
Ecco alcune foto (con e senza luce).